La dama rossa

Non racconterò qui la trama o la sinossi che potrai facilmente reperire qui poiché, essendo questo il mio sito personale, mi sembra più interessante svelarti qualche segreto e qualche curiosità sul libro, la sua nascita e la sua evoluzione.

L’idea per la La dama rossa nasce da una visita al museo criminologico di Roma nel quale è conservato lo scheletro di una donna ancora in ceppi che fu ritrovato negli anni Trenta a Poggio Catino in Sabina in un palazzo nobiliare.

La donna, vissuta agli inizi del XVI secolo, era stata incatenata e murata viva e fu ritrovata dopo più di 400 anni.

La mia passione per la Storia, la storia dell’arte e le sciarade non poteva che mettere subito in moto la mia fantasia di romanziere e così ho cominciato subito a scrivere il romanzo immaginando che questa donna avesse lasciato delle carte segrete ai posteri.

Al museo, dato il colore delle ossa, lo scheletro è noto come quello della dama bianca ma, visto che io le ho voluto regalare una storia, una more, passione, sangue e carne per me non poteva che diventare La dama rossa.

Il romanzo è costruito su linee temporali parallele, una nel 1938 quando lo scheletro viene ritrovato, e l’Italia fascista ha già promulgato le leggi razziali, l’altra agli inizi del Cinquecento quando la dama rossa vive, ama e muore.

Si tratta di un romanzo storico a enigma in cui c’è da risolvere attraverso l’arte una sciarada che porterà a una scoperta eccezonale e grandemente simbolica.

Che altro dire? Buona caccia al tesoro!

La dama rossa è uscito prima in spagnolo con il titolo La Dama Roja per Bóveda
Algaida editores nel 2012.


Sul sito della Mondadori puoi leggere la sinossi del romanzo
e trovare ulteriori informazioni sulla trama.

Di La dama rossa troverai qui l’e-book per kindle e qui il libro cartaceo
amazon kindle button amazon button

Su amazon.it potrai trovare tutti i miei libri

Qui sotto il book trailer in spagnolo:

Lascia un commento