Maramaldo

Dal nome di un capitano di ventura crudele e prepotente soprattutto con i deboli e gli indifesi, Fabrizio Maramaldo, il quale nel 1530 nella battaglia di Gavinana (Assedio di Firenze da parte di Carlo V) uccise il comandante dei fiorentini Francesco Ferrucci, prigioniero, ferito e inerme. L‘episodio riportato da alcuni cronisti dell‘epoca ma non da altri potrebbe essere un falso storico, in ogni caso, è rimasto il modo di dire per descrivere una persona spregevole e infame.

La parola desueta del


Mutatis mutandis

17.05.2022

Fucina

16.05.2022

Millanteria

15.05.2022

Gazzarra

14.05.2022

Opulento

13.05.2022

Apoftegma

12.05.2022